02/07/09

Una Storia Normale [Racconto completo]]


Cari lettori, ricordate l'incipit di Una storia normale? Lo scrissi il 24 febbraio scorso e adesso pubblico il racconto completo. C'è però una sorpresa. Il racconto non l'ho scritto da sola, ma è il risultato di una esperienza di scrittura creativa collaborativa in rete. In breve, il racconto è stato scritto a quattro mani con altre tre persone, interamente online. E' stata fissata la trama a grandi linee e poi ciascuna autrice si è inserita liberamente sul pezzo dell'altra.

E' stata un'esperienza molto positiva sotto il profilo della cooperazione anche se non semplice da realizzare. Il prodotto giudicatelo voi. I miei pezzi sono: l'incipit (pag. 2 e pag. 3 inclusa la frase "La luce era accesa in cucina mentre fuori, nel portico, era buio"), il contributo di pag. 8 a partire dalla frase "Quella domenica la giornata era incerta, ma i quattro decisero di uscire egualmente in mare", pag. 9 e pag. 10 sino alla frase "...papà non c’è più, di là manca la madre, tu e Francesca amiche… non ti sembra tutto un po’ finto?". E infine il primo finale (da pag. 13 a pag. 15). Sì avete capito bene: i finali sono due!

Per leggere il racconto, cliccate sul librino oppure cliccate qui. Raggiungerete il libro in formato lettura, che può essere ulteriomente ingrandito a tutto schermo. Ci sono varie opzioni, inclusa la possibilità di scaricare il racconto sul pc.

Bene! E' tutto. Venerdì prossimo partirò per le vacanze per ritornare alla fine di agosto. Continuerò a postare, ma con ritmo molto lento. Ci sentiremo quindi con minore assiduità. Passate però, mi raccomando!

Baci e abbracci a tutti, miei cari:)

47 commenti:

  1. Complimenti alle autrici. Mi piace. Posso pubblicarlo nel mio blog?
    La scrittura collettiva va molto. Anche io sto partecipando alla scrittura di un romanzo sulla resistenza, ambientato prevalentemente in Toscana. Sara' un romanzo scritto a 200 mani.
    Un abbraccio
    Felice e radioso giorno.
    Serene vacanze nel tuo Salento
    Vale

    RispondiElimina
  2. a me queste collaborazioni on line mi fanno impazzire....pensa che tramite myspace abbiamo inciso un nostro pezzo con musicisti di roma e pistoia

    RispondiElimina
  3. Certo Pier che puoi, riportando quanto scritto nella presentazione.

    Il tuo giudizio mi fa piacere. Quando il romanzo, alla cui stesura stai partecipando sarà finito, fammelo sapere.

    Grazie dell'augurio di serene vacanze.
    Un abbraccione.
    sorellina

    RispondiElimina
  4. Da brava Professoressa ci hai lasciato i compiti per le vacanze...scherzo, ma in fondo è vero!:-)) Questi libri on-line,, mi fanno imapazzire come a Bruno

    Annarita,non trovo parole per dirti di come sono felice di averti conosciuta...sei una fonte inesauribile e con quanta generosità condividi con noi il tuo sapere. Dote esclusiva che possiedono solo le menti e le anime grandi!

    Buone vacanze, riposati bene e quasi mi dispiace che vai via...ma sò che starai bene e allora sono felice per te

    Buona partenza, buon bagni, buona abbronzatura, salutami Gallipoli
    Ti abbraccio
    bacioni
    ti aspetterò!

    PS libro salvato

    RispondiElimina
  5. Bruno, le attività collaborative online consentono di ottenere risultati a volte impossibili da realizzare in presenza.

    RispondiElimina
  6. Rosy, sono felicissima anch'io di averti incontrata. Tu, però, sei troppo buona con me...

    Ti ringrazio dell'augurio. Stai certa che farò del mio meglio per divertirmi.

    Ogni tanto posterò comunque. Non starò mica senza pubblicare sino a settembre!

    baci baci baci
    annarita

    RispondiElimina
  7. Complimenti a tutte! Interessante la collaborazione a più mani nella stesura del racconto.

    Buone vacanze al mare, cara Annarita, con l'augurio di bradipare durante la meritata pausa estiva. Passerò sempre a leggere i tuoi blog!

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Allora buone vacanze cara Annarita,ci lasci in compagnia di questa esperienza che andrò certamente a leggere!

    Un caro saluto.

    RispondiElimina
  9. Cara Maria, sta pure certa che bradiperò alla grande;)

    Grazie per leggere i miei post. Ci sentiremo comunque durante questo periodo e cercherò di essere presente sui vostri blog anche se con tempi più lunghi.

    Un abbraccio
    annarita

    RispondiElimina
  10. Caro Sirio, a risentirci con ritmo lento.

    Un abbraccio
    annarita

    RispondiElimina
  11. Bravissime a tutte !!!
    Annarita, continua a coltivare anche questa bellissima dote che possiedi; sei gia' molto brava ma puoi diventarlo ancora di più.
    Concordo con tutto ciò che ha scritto Rosy, sei veramente una "super donna".

    Un abbraccio e buone vacanze
    Paola

    RispondiElimina
  12. Congratulazioni Annarita!!!
    Mi incuriosisce molto la modalità a quattro mani online!
    Puoi pensare alle vacanze ora, ti immagino a Gallipoli... tanto per rimanere in Puglia, non so se riuscirò ad andare per qualche giorno a Ostuni.
    Vado a leggere...
    Baci :)

    RispondiElimina
  13. Ciao Annarita, con calma mi leggerò questo racconto a più mani, oramai ti conosco (virtualmente) e quindi so già che sarà un bel racconto. Tempo fa, con l'aiuto di un amica, anche io scrissi un racconto ma nessuno ebbe mai il piacere di leggerlo. Oltre a quello poi ne ho pubblicati altri ma solo tre sono visibili. Una mia pazzia.
    Buone ferie a Gallipoli!
    Non bradipare troppo che rischi di arruginire. Kiss, Viviana

    RispondiElimina
  14. Ok. Lo lerggerai in ''Utilize...''
    Adesso siamo in vacanza rileggendo quello che abbiamo scritto. Il lavoro riprendera' a settembre.
    Buona serata
    Vale

    RispondiElimina
  15. complimenti anche da parte mia... ciao da Maria

    RispondiElimina
  16. Mi devo leggere il post con calma e adesso vado un pò di fretta. Volevo solo augurarti buone vacanze e buon viaggio per domani. Salutami il Salento, a me tanto caro!!!
    A presto

    RispondiElimina
  17. questa sera si è fatto tardi, domani lo salverò e lo leggerò sicuramente;)
    me lo ricordo bene.......
    un caro saluto annarita, roberta.

    RispondiElimina
  18. Letto. Intrigànte. Un peccato la sua brevità. E poi l'idea molto singolare dei due finali.
    Complimenti vivissimi alle "quattro mani".

    RispondiElimina
  19. Molto interessante! L'idea di scrivere in quattro è intrigante!

    RispondiElimina
  20. Ciao ho letto tutto d'un fiato il tuo romanzo, si respirano i sentimenti dei personaggi e le loro inquetudini, i loro sogni, la loro semplicità...bello questo scritto, mi ha rapito!
    Un bacione e buone vacanze!

    RispondiElimina
  21. Cara Annarita, non ho potuto leggerlo, non so ingrandire le pagine, mi dispiace tanto. Se mi spieghi il procedimento o me lo invii in allegato.
    Grazie cara, buon inizio vacanze.
    Un abbraccio.
    Annamaria

    RispondiElimina
  22. Ehi! Beata te che sei già in partenza. Io devo aspettare agosto. Buone vacanze!!!

    RispondiElimina
  23. E' un lavoro davvero particolare, e non dev'essere stato affatto semplice, però... l'impegno è valso il meraviglioso risultato!!
    E, tra l'altro, il tuo finale è quello che preferisco, e te lo dico in tutta sincerità... Nulla togliere all'altro che è ugualmente molto bello, ma il tuo modo di scrivere è veramente una cosa che conquista!

    Intanto, ne approfitto per augurarti buone vacanze... mi mancheranno i tuoi post... Ma certo che continuerò sempre a leggerti!!

    Un abbraccio forte...

    RispondiElimina
  24. BENE!! buone vacanze...grazie del libro che ci lasci; lo leggerò sicuramente.
    ciao e buona domenica

    RispondiElimina
  25. Di nuovo ti auguro buone vacanze,leggerò il libro con calma.
    Grande l' idea di scrittura a più mani.......un po' come gli artisti dadaisti e i surrealisti che scrivevano a turno sui fogli i loro pensieri per creare insieme qualcosa di nuovo. CIAO.

    RispondiElimina
  26. Annarita....non riesco a leggere, perchè il libro si ingrandisce molto e
    ....balla. Pero' proverò e riproverò, finchè non l'avrò letto. La parte che hai già pubblicato mi è molto piaciuta. Sicuramente anche il resto lo sarà. Questi "esperimenti" di scrittura creativa on-line, sono davvero intriganti. Mi piacciono!

    Annarita, ma prima della partenza ci salutiamo, no?

    RispondiElimina
  27. Paola, grazie! Rosy già mi vizia...non ti ci mettere pure tu;)

    Bacioni. Ricambio l'augurio.

    RispondiElimina
  28. Grazie, Anna. Qui a Gallipoli è stupendo. Ho finito di divorare da poco una porziore di vope e saraghi arrosto! Una bontà!

    Bacioni

    RispondiElimina
  29. Stai tranquilla Viv! Non ho alcuna intenzione di arrugginire;)

    ...questi tre racconti "visibili" non si ha modo di leggerli?

    Baci

    RispondiElimina
  30. Pier, grazie di averlo pubblicato sul tuo blog.

    Siammo in vacanza è vero, ma ogni tanto pubblicherò.

    Buone vacanze
    annarita

    RispondiElimina
  31. Ciao Melina. Grazie della visita e del commento.
    A presto.
    annarita

    RispondiElimina
  32. Ciao Angelo. Ti invio un saluto dal Salento.

    Un abbraccio
    annarita

    RispondiElimina
  33. Ciao Rob. Mi farai sapere se ti è piaciuto.

    Salutoni
    annarita

    RispondiElimina
  34. Aldo, grazie dell'apprezzamento. Se il racconto ti è parso troopo breve, allora vuol dire che ti è piaciuto sul serio;)

    Un abbraccione
    annarita

    RispondiElimina
  35. Sì, Bless. E' stata un'esperienza molto bella.

    RispondiElimina
  36. Miriam, il tuo apprezzamneto mi rende felice,...ma non è un romanzo. E' solo un racconto che ho scritto collaborativamente con altre tre persone.

    Un abbraccio e a presto,...da Gallipoli con stima e simpatia.
    annarita

    RispondiElimina
  37. Cara Annamaria, il file può essere scaricato dalla pagina alla quale accedi, cliccando sul librino. In alto trovi un'icona a forma di freccia rivolta in basso. E' la penultima dopo il simbolo di quadrato. Cliccando, scaricherai il file sul pc.
    Abbraccioni
    annarita

    RispondiElimina
  38. Ciao Paola. Ci leggiamo reciprocamente da poco, ma già mi sei molto cara.

    Grazie a te per leggere i miei scritti.
    Un abbraccione
    annarita

    RispondiElimina
  39. Grazie, Teo. Qui a Gallipoli è un incanto...
    Un salutone.
    annarita

    RispondiElimina
  40. Sere, puoi scaricare il racconto se trovi difficoltoso leggerlo online. Ho indicato la procedura nel commento di risposta ad Annamaria.

    Per quanto riguarda i saluti, intendi dire prima del mio rientro a casa? Sicuramente, ma ci vorrano quasi due mesetti;)

    Salutoni
    annarita

    RispondiElimina
  41. Buona estate Annarita!
    salvato e stampato il tuo/vostro lavoro. Viene con me nel prossimo spostamento. Un bacione

    RispondiElimina
  42. Ciao Annarita, come vanno le tue ferie? Somo sicura che finalmente ti stai godendo il massimo del relax ma sono anche sicura che i tuoi ragazzi già ti mancano. Io ora sono a Parigi, cinque ore fa, ero di fronte ad un giudice per l'affidamento provvisorio di due bambine di 14 anni, figlie di un amica. Per il momento non so ancora nulla e sinceramente sono anche scettica sul fatto che me le affidino. Per i miei scritti, ti rispondo in privato. Divertiti più che puoi, te lo meriti! Buona vita, Viviana

    RispondiElimina
  43. Annarita, non volevo disturbare le tue vacanze con un commento.
    Stamattina mi son detta, faccio una visita ad Annarita e le lascio un commento, cosi quando ritorna lo trova.
    E che trovo?
    un piacevolissimo traffico e cosi, mi ci infilo, con enorme piacere.

    Bacioni e divertiti
    tantissimo!
    PS
    Eppoi io non ti vizio, meriti ogni attenzione.

    RispondiElimina
  44. Leo, che piacere! Non ti sentivo da un pezzettino.
    Buona estate anche a te.
    Ricambio il bacione:)

    RispondiElimina
  45. Viv, le mie vacanze stanno trascorrendo bene:) Non leggo il blog e la posta tutti i giorni, disponendo di una connessione mobile.

    Fammi sapere in privato come è andata con l'affidamento delle bambine come pure dei tuoi racconti.

    Ci conto.

    Un abbraccione e un bacione.
    annarita

    RispondiElimina
  46. rosy, non disturbi affatto le mie vacanze con il tuo commento, come non le disturbano i commenti degli altri cari amici blogger.

    Al contrario, mi rende molto felice leggervi.

    Ti ringrazio della stima e dell'affetto che mi riservi, peraltro pienamente ricambiati.

    Bacioni
    annarita:)

    RispondiElimina
  47. Scriverò anch'io, per l'occasione, un commento che vale per tre e lo riporterò nei tre post, delle due poesie "Autunno" e "Stelle" e il racconto "Una storia normale", quest'ultima in parte me la ricordo per averla commentata in modo particolare.
    Tutto nasce, vive e poi muore se non fosse per taluni, come quel Nikola Tesla, Un Genio Dimenticato, che Annarita ha commemorato su Scientificando. Le è piaciuto il mio intervento su di lui ed ora tocca a parlare di lei.
    Ecco un'occasione per capire quanto sia difficile comunicare fra noi e intenderci spezzettando le cose della vita senza provvedere a legarle fra loro. Perché così avviene post dopo post, uno che fa dimenticare l'altro.
    Il racconto "Una storia normale", invece mostra il modo per farlo, cosa che è risultata assai armoniosa e originale. Efficace anche la presentazione del libro come a intravederne anche le "mani", che lo svolgono in avanti e/o indietro.
    Immaginazione ci vuole perché ce le mostrano le due poesie, l'Autunno e le Stelle, due modi diversi e complementari della nascita-morte e rinascita-immortalità. E se immaginiamo le due concezioni ravvicinate potremmo vedere le stelle su un luminoso e sfavillante albero di Natale con sotto i doni che le stelle ci portano a far desiderare.
    Mi sovviene, in questo accostamento dell'albero con l'Autunno e le Stelle, la presentazione dei cedri del Libano posti in mostra nel post dell'amica Maria nel suo blog Laboratorio di Scrittura. A Rivoli, la sua città, li chiamano i "Patriarchi" perchè di vera origine del Libano. E le Stelle? Ma non sono i Patriarchi del Cosmo?
    Annarita non lo ha suggerito esplicitamente, ma la matematica che ella comunica ai tuoi scolari, insegna a fare le somme. Annarita ci ha posto gli addendi uno dopo l'altro, "Autunno", "Una storia normale" (come per dire nulla di speciale, ma che tocca renderla viva e palpitante, insieme ad altri, per quel poco o molto che sia possibile) ed infine "Stelle", l'ultimo traguardo per fissare in cielo le nostre personalità e solo provvisoriamente per immaginare sogni.
    I sogni son belli ma non piovono su di noi senza lo sforzo da parte nostra a farli avverare.
    Buona domenica,
    Gaetano

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...