03/02/10

Safer Internet Day 2010 :"Posta Con La Testa"

Cari lettori, il 9 Febbraio 2010 si celebrerà la VII edizione del Safer Internet Day promosso dalla Commissione Europea. La giornata ha ormai superato i confini europei. In tutto il mondo, infatti, si terranno eventi dedicati alla sensibilizzazione verso un uso consapevole e responsabile di Internet. In particolare, quest’anno la giornata pone l’attenzione sulla gestione dei dati e delle immagini personali online attraverso lo slogan “Posta con la Testa” (“Think b4 U post!”).

I video rappresentano una modalità di comunicazione efficace per parlare coi più giovani, ed è per questo che la commissione europea ha puntato ancora su questa modalità, per catturare la loro attenzione e stimolarli a informarsi e a interessarsi al problema.

Viviane Reding, Commissario europeo (Commissioner for information society and media), ha dichiarato il 28 gennaio scorso, in occasione della Giornata europea della protezione dei dati personali, che ci saranno delle novità per garantire la privacy dei minori sui social network.

La Reding ha sostenuto che, essendo superata la normativa vigente, risalente alla metà del decennio scorso quando il web 2.0 e la rivoluzione dei social network erano ancora lontani, essa va aggiornata, in particolar modo per quanto riguarda i minori che affidano ai social network dati, fotografie e informazioni di carattere personale.

Il prossimo 9 febbraio, in occasione della celebrazione della “Safer Internet Day 2010“, la giornata per l’uso sicuro di Internet, la Commissione europea interverrà ancora su questo tema.

Sembra che si renderanno privati, di default, i profili dei minorenni sui vari social network (Facebook, MySpace o Twitter, per citarne alcuni) in modo da non renderli indicizzabili attraverso i motori di ricerca. Una utile iniziativa che tutelerà la privacy dei ragazzi i cui profili non saranno quindi rintracciabili e visibili.

Segue il video dello spot della Safer Internet Day 2010.

18 commenti:

  1. Ciao Annarita......solo un caro saluto e un buon lavoro, visto che in questo periodo sei superimpegnata......però ho visto che trovi il tempo per scrivere da Paopasc commenti.....a dir poco AVATAR??????????? cioè .......boh......io mi sono commossa.
    Bacioloni.

    RispondiElimina
  2. Cara Annarita il video mi è parso veramente efficace, rende bene l'idea di ciò che accade quando incautamente si pubblicano immagini di un certo tipo.
    Ho postato il video sul mio facebook e mi sono posta una domanda: chi protegge i tanti bambini piccini le cui immagini anche completamente svestiti, vengono pubblicate da mamme blogger, moda molto presente in america e ora emulata anche nel continente europeo?
    Che ne pensi? a me quelle immagini creano qualche perplessità.

    un bacione grande
    Rosalba

    RispondiElimina
  3. Perfetto, occorre tutelare i bambini...

    RispondiElimina
  4. Ottima iniziativa quella di dedicare una giornata al tema in questione. Il mondo di internet coinvolge sempre più i nostri ragazzi sin dalla primaria. E' giusto pensare delle nuove norme a tutela della loro privacy.

    RispondiElimina
  5. Teo, la commozione implica necessariamente un moto dell'anima in cui emittente, significante/significato, e ricevente siano sulla stessa lunghezza d'onda. Quando succede è una cosa straordinaria.

    Bacioloni ricambiati.

    RispondiElimina
  6. ...chi protegge i tanti bambini piccini le cui immagini anche completamente svestiti, vengono pubblicate da mamme blogger, moda molto presente in america e ora emulata anche nel continente europeo?

    Rosalba, mi auguro che la nuova normativa tenga conto anche di tali casi.

    Non sei la sola a nutrire perplessità...I bambini piccoli non sono in grado di scegliere e devono essere tutelati anche dall'agire, a volte discutibile, di adulti a loro vicini per vincoli di parentela.

    La strumentalizzazione è sempre in agguato, purtroppo.

    Bacioni.
    annarita

    RispondiElimina
  7. Senza ombra di dubbio, Stella.

    RispondiElimina
  8. Il video colpisce dritto il bersaglio e dà un messaggio ben efficace... Purtroppo quello del web è un mare molto vasto, e c'è sempre chi è pronto ad approfittarsene... e quando si mette qualcosa on-line, si dovrebbe avere la consapevolezza di questo...

    RispondiElimina
  9. Spero vivamente che si faccia qualcosa di concreto per tutelare i minori, così facilmente influenzabili. Il video è molto interessante e va dritto allo scopo.
    Buona serata cara.

    un abbraccio
    annamaria

    RispondiElimina
  10. Cara Annarita,

    un messaggio d'impatto per un contenuto fondamentale. Internet è un mezzo di comunicazione rapido. Si deve insegnare ai ragazzi a prendere il giusto tempo prima di postare, si deve ridare valore alla riflessione e al ripensamento.

    Un tema a cui ancora non avevo pensato, grazie per lo spunto che è ben collegabile alla gestione dell'impulsività.

    Un sentito abbraccione

    Elena di scuola&scuola, stanca morta per gli scrutini ma tutto sommato soddisfatta.

    RispondiElimina
  11. E' proprio così, purtroppo, Veggie! Per questo, è necessario intervenire con una normativa specifica.

    RispondiElimina
  12. E' quello che mi auguro anch'io, cara Annamaria.

    Bacioni
    annarita

    RispondiElimina
  13. Elena, scrutinio anche tu? Io, uno l'altro giorno, e il secondo il 9 febbraio. Sopravviveremo anche questa volta, dai!

    Bacioni

    RispondiElimina
  14. Mi sembra una cosa più che giusta se vogliamo tutelare i nostri giovani dalle insidie del web !!!.

    Ciao Annarita , ti mando un grosso abbraccio perchè , anche se ci sentiamo poco , sei sempre tra le mie preferite e ti stimo molto !
    Paola

    RispondiElimina
  15. Sono d'accordo, magari insieme alla rinuncia all'anonimato nei commenti, per esempio, per scoraggiare i furboni, e in più una lotta e strategie per combattere il phishing: insomma, tutti quegli strumenti che rendono più sicura la navigazione, perchè sembra, dico sembra, che essere anonimi incoraggi i comportamenti sbagliati.

    RispondiElimina
  16. Paoletta, simpatia e stima pienamente ricambiati.

    Un bacione
    annarita

    RispondiElimina
  17. E' più di un'impressione, Pa. L'anonimato purtroppo sortisce questi effetti. Ne so qualcosa perché ho dovuto optare per la moderazione dei commenti al fine di tutelare i miei alunni.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...