09/04/09

Terremoto: Il Confine Tra La Notizia E La Sua Strumentalizzazione

Il tg1 (7/4/09 ed. 13:30) elenca fiero tutti i dati di ascolto del giorno del tragico terremoto in Abruzzo.

Cari lettori, mi riallaccio al post "Terremoto: Una Spigolatura Intelligente..." per fare una riflessione sul confine fra la notizia e la sua strumentalizzazione di parte, che viene sistematicamente violato da lunedì scorso.

Il colmo dei colmi è raggiunto nello sfoggio di ascolti e share da parte del Tg1 delle 13.30 del 7 aprile, da molti segnalato nella blogosfera, e poi continuato nell'edizione delle 20.00, dove l’unica notizia fornita, oltre alla copertura sul terremoto, era quella relativa alle dimissioni di Riotta e agli ascolti totalizzati con lo speciale di Vespa il giorno precedente.

Da parte mia posso solo affermare che, in questo momento, la guerra dell’Auditel e dintorni è l'ultimo dei miei interessi.

Se posso tollerarla quando il focus è su Amici e X-Factor, non la sopporto decisamente nella situazione drammatica di questi giorni.

La Rai non dovrebbe dimenticare che è un servizio pubblico, almeno fino a quando non smetterà di farci pagare il canone, e ha pertanto il dovere di informare gli utenti sulla tragedia dell’Abruzzo, senza preoccuparsi di Auditel et similia, perché quello è, nel frangente attuale, il suo compito istituzionale.

...E poi, se fa difetto l'umana pietas, almeno un po' di buon gusto, diamine!

19 commenti:

  1. Buondì Annarita. Questo post dovresti inviarlo alla redazione del la Rai.Forse....non si sono resi conto che i loro dati auditel non solo non ci interessano ma....offendono la nostra sensibilità.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  2. Ho ascoltato il video, mi son venuti i brividi.
    Sta gente crede che noi siamo tanti schiocchi.
    Come si può essere cosi tragicamente ridicoli?
    Buona giornata e buone vacanze Pasquali.
    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  3. Sì, anch'io ho disgustosamente notato la notizia degli ascolti.
    La riflessione sul terremoto dovrebbe essere un pochino più profonda, ma ciò è lungi dai mass media.

    RispondiElimina
  4. ma avranno capito che non era la loro bravura ad interessare tanta gente? non ci sono parole per un ulteriore commento, l'immagine degli sciacalli rende bene l'idea!!

    RispondiElimina
  5. Oscena quella comunicazione, ma non si vergognano?
    Che livello...

    RispondiElimina
  6. Sorellina come si puo' commentare? Non ci sono parole, mi sovviene solo
    ''chi si loda s' imbroda''.
    Vai a leggere l' ultima ca...volata del capocomico del cabaret Chigi in ''...Cosi' e' se mi pare!''.
    Vale

    RispondiElimina
  7. Cara Annarita, avendo amici che si trovano in Abruzzo, sei certamente più coinvolta, ho visto come ti sei data da fare a " scientificando". Non commento il video, perchè lo trovo surreale, sono senza parole.
    Ti lascio un messaggio di speranza da " LA Ginestra" Di Leopardi

    l'umana compagnia,
    tutti fra sé confederati estima
    gli uomini, e tutti abbraccia
    con vero amor, porgendo
    valida e pronta ed aspettando aita
    negli alterni perigli e nelle angosce
    della guerra comune.
    Un Abbraccio.

    RispondiElimina
  8. Il video è scandaloso e non aggiungo di più!
    Ciao Annarita

    RispondiElimina
  9. Ciao cara Annarita,

    mi ero persa questo patetico autoincensarsi del TG1.
    Che brutto. Fa cadere le braccia. Anzi no, fa proprio schifo.

    Del resto, secondo me, è da stigmatizzare anche il modo in cui sono state fatte molte delle interviste alle persone scampate al terremoto (tatto e sensibilità vicine allo zero) persone che adesso si trovano in una situazione estremamente delicata dal punto di vista psicologico (e non parliamo dell'aspetto economico, delle loro condizioni di salute e di tutto il resto).
    E anche lo stile (e chiamiamolo "stile"!) lascia a desiderare.
    Ho beccato una giornalista (mi pare in un collegamento con Vespa) con jeans aderente e giubbottino nero da serata in discoteca, trucco e labbrone siliconato, atteggiamento (a me è sembrato) da vamp...
    Ma almeno far finta di avere un briciolo di empatia no? E almeno avere la decenza di mettersi la "maschera" (e quindi vestirsi e comportarsi in modo accettabile) no eh?

    Ci lascia molto amaro in bocca questo atteggiamento dei media...

    Un abbraccio, nadia

    RispondiElimina
  10. Sere, contasse qualcosa, lo farei...

    RispondiElimina
  11. rosy, eppure lo sono ridicoli!

    Ricambio gli auguri con tutto il cuore.

    Un bacio sulla punta del nasino ai bimbi

    RispondiElimina
  12. Dici bene, Pia. Dovrebbe,...ma non lo è.

    RispondiElimina
  13. @raggio: benvenuta:)
    L'immagine degli sciacalli ben si addice a questi esseri.

    RispondiElimina
  14. Ho letto e commentato, Pier.

    Vale.

    RispondiElimina
  15. Teo, grazie dei versi di speranza che mi hai dedicato e che estendo a tutti i fratelli abruzzesi sofferenti.

    RispondiElimina
  16. Ciao, Angelo. Hai ragione: non c'è nulla da aggiungere. Il filmato si commenta da solo.

    RispondiElimina
  17. Carissima Nadia, che piacere risentirti dopo tanto tempo. Mi sembra passata un'eternità dall'ultima volta che ci siamo sentite.

    Quoto per intero il tuo commento.

    Un abbraccio grande.

    RispondiElimina
  18. quoto il tuo post. è veramento uno schifo senza confini. e aggiungiamoci anche il Grande Fratello e il montepremi di 300.000 euro e le richieste di televoto (!) per un gruppetto di fannulloni alla ricerca della ribalta.
    non c'è limite al peggio. ciao annarita.
    anna - quicktips

    RispondiElimina
  19. Ciao, Anna. Benvenuta:)

    Il GF l'avevo rimosso quando scrivevo il post per il senso troppo intenso di nausea che mi procura il solo pensiero.

    A presto.
    annarita:)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...