17/11/07

Due blog al femminile in vetrina d'onore

Carissimi visitatori, oggi ho il piacere di segnalare due blog...al femminile!

Il primo è "Brezza di lago", il blog di Elena Trombetta una ragazza comasca, ragioniere commercialista.

Elena è una persona squisita, la mia amica "elettiva" virtuale. Amo molto "Brezza di lago", un blog privo di fronzoli e lustrini, ma ricco di ben altro!

Capitare su questo angolo di web è come respirare una boccata d'aria pura. Quello che vi si legge varia dalle intense pagine di diario personale, alle riflessioni sui temi dei nostri tempi, alla caratterizzazione della premurosa vicina di casa, alle pennellate sulla natura e l'ambiente, alla recensione di un buon libro e tanto ancora. Il tutto è raccontato con sensibiltà estrema e con uno stile coinvolgente.

Insomma non ci si annoia di certo! Vi consiglio vivamente di visitarlo.

Bacioni, Elena:).



E cosa dire di Webfruits, il blog di Sonia Anepeta, bravissima web designer e consulente e-learning?

Un vero tripudio estetico, irresistibile per me che ho la passione per il web design e mi occupo di e-learning!

Il blog di Sonia è unico nel suo genere: template originalissima, dal gusto indiscutibile. Troverete articoli che trattano in modo competente argomenti inerenti il web design.... of course, news dalla blogosfera, web 2.0, e-learning, blogging/widgets & utilities, web/services & applications e altro.

La sua autrice ha saputo creare un ambiente raffinato, colto e accogliente. Un blog assolutamente da non perdere!
Brava Sonia!




18 commenti:

  1. Ottima segnalazione, Annarita.
    Due blog veramente interessanti....da seguire:)

    ruben

    RispondiElimina
  2. Gaetano Barbella18 novembre 2007 12:11

    Ad Elena
    Cosa ci possono provenire dalla “Brezza di lago”, per giunta di quella del Lago di Como? Cose rassicuranti anche se ci possono sembrare poco incisive, presi come siamo dalla spinta di un vento tutt'altro che naturale che ci spinge come schiavi alle dure faccende della vita. Ma quel senso di “brezza” ci accompagna come una tenue fata turchina e nei momenti difficili e incerti ci rassicura. E par che Elena sia questa fatina a dirci che “cinque minuti” a volte bastano e avanzano per molte cose della vita, per esempio quelle che lei ha elencato nel post di ieri. È ovvio che Elena ha inteso relativizzare il tempo ai fatti della vita. Infatti bastano molto meno di questi “cinque minuti” per far innamorare una coppia di “giovani” senza età, nel guardarsi intensamente negli occhi. È un'esperienza indimenticabile che li svincola dal presente proiettandoli nell'immensità cosmica. Ed è in punto imprecisato dell'ignota mappa celeste animica che si suggella la loro unione che mai sarà infranta. Quale miglior viaggio di nozze può paragonarsi a questo nell'immensità dell'anima dei due fortunati amanti in eterno? Al “rientro” al presente, la vita è quella che sappiamo con i tanti “cinque minuti” buoni ma anche cattivi che, però, si inchinano fino alla vecchiaia ai “cinque minuti” trascorsi nello spazio etereo.

    A Sonia
    Sonia dai bei “frutti dell'albero”? Si potrebbe dire allora alludendo all'albero edenico. Timore, preoccupazione, spavento? Può essere, ma è anche curiosità, svincolo dalla noia della routine quotidiana per azzardi oltre le colonne d'Ercole. Il post autocelebrativo sembra voler adombrare tutto ciò, che pur deve esserci in potenza se il nome “Webfruits” non mente. Infatti Sonia, involontariamente, tira fuori la sua mano, il microscopio che avrebbe voluto onorare. Come a voler preparare la giusta mostra dei suoi attrattivi “frutti dell'albero”. Si capisce che il microscopio in causa non è tanto quello che sappiamo, cioè l'indispensabile strumento dei ricercatori scientifici della medicina e quant'altro. Lo si potrebbe paragonare a qualcosa che sta molto più su, per esempio alla costellazione celeste che porta il suo nome (posta fra il Sagittario e Capricorno), un monumento al microscopio fisico suddetto che però non sembra eguagliarlo per importanza. Invece sì. Come a voler portare la tematica su cose non tanto tangibili, di natura incerta, che pure ci attraggono in modo profondo. Che strana coincidenza di questa costellazione con “L'anno che verrà”, il titolo del post autocelebrativo di Sonia di ieri. La stella alfa della costellazione suddetta è una stella molto simile al nostro Sole per la sua temperatura, in più - ed è questo che è incuriosisce - la sua distanza dalla Terra è 365 anni luce. O "giorni" luce? Tutto questo per dire che i “frutti dell'albero” sono attrattivi e danno veramente senso alla vita ampliandone i confini, ma “cum grano salis”. Sapiente dunque, anche se non in piena coscienza (che è rassicurante), lo svincolo momentaneo dal “microscopio”, pur caro a Sonia, come buoni auspici per “L'anno che verrà”.

    RispondiElimina
  3. @andrew: grazie!

    @gaetano: che cosa dire? I tuoi commenti sarebbero tutti da presentare come post, caro Gaetano!
    Grazie per il significativo contributo a queste due recensioni:)

    RispondiElimina
  4. @gaetano: è da "cinque minuti" che sto cercando di trovare una risposta al tuo bellissimo commento; non l'ho trovata, ma ti dedico questo piccolo, relativo e intenso tempo come mio ringraziamento ;)

    RispondiElimina
  5. @annarita: condivido la scelta dei due blog; conosco ed apprezzo il lavoro di sonia da un pò ma non conoscevo il blog di elena che, dopo una fugace visita, mi prometto esplorare con il giusto tempo.
    @gaetano: complimenti per le recensioni, ho visitato anche il tuo di blog scoprendo un comune interesse per la "sezione aurea" oggetto di un mio post in stato di bozza perenne e quindi dalla difficile gestazione. sarò spesso tra le tue pagine ;-)

    RispondiElimina
  6. ciao annarita... hai segnalato i blog di due delle mie migliori web-amiche, elena la conosco anche personalmente... non ci resta che diventare amici anche noi, no? :-)

    RispondiElimina
  7. WebFruits lo conoscevo già: è un'ottima risorsa per webdesigner (e creativi).
    Tra l'altro è un fantastico esempio di personalizzazione estrema della piattaforma DBlog (che comincia a sentire un pò il peso degli anni).
    Non esistono, o perlomeno io non ne ho trovati, altri siti basati su DBlog, così gradevoli esteticamente.

    RispondiElimina
  8. @annarita: come ringraziarti per la tua recensione? Difficile, viste le belle parole che hai riservato al mio blog :-)
    @gaetano: mi associo ad Annarita, i tuoi commenti andrebbero pubblicati come post. E mi associo anche a Elena: impossibile replicare se non con un ringraziamento :-)

    RispondiElimina
  9. Devo commentare per dire che ho aggiunto come sempre tutte le segnalazioni nella mia rubrica??? :)

    Sto diventando monotono.. eheeh :P

    Un bacione!

    RispondiElimina
  10. @flashmotus: grazie per il riscontro, Paolo:)

    @vincenzo: gli amici di persone che stimo profondamente sono i benvenuti:). Solo che non riesco ad accedere al link che è nel tuo nick per poter visitare il tuo blog.

    @cristiano: siamo perfettamnete d'accordo. Ho infatti detto nella recensione che il blog di Sonia è unico nel suo genere;)

    @webfruits: non devi ringraziarmi, Sonia! Come ho avuto modo di dire anche ad Elena, sono molto fortunata ad essermi imbattuta in persone come voi:)

    RispondiElimina
  11. @vincenzo: scusa vincenzo, sono riuscita a risalire a te perchè mi è venuto in mente di aver visitato oggi il tuo blog! Ti ho anche aggiunto ai miei contatti su mybloglog prima di sapere che eri amico di entrambe queste due ragazze favolose!

    A presto:)

    RispondiElimina
  12. @traffyk: ma no, ma no;). Evviva la monotonia come questa:)

    Ricambio il bacione!

    RispondiElimina
  13. Gaetano Barbella19 novembre 2007 07:52

    Hai notato Annarita? 13 commenti tutti per Elena e per Sonia (il mio è del numero 14), ma per tuo merito: tutti i convenuti qui ne convengono. Ma poco prima in Nereide1 Blog ci sono stati altri 13 commenti che ti hanno mostrato una grande amicizia. Si potrebbe dire, dunque, che 13 è un numero che ti porta fortuna. Il 14 ora a che serve? A far capire a tutti che si può anche valicare la fortuna, nel senso che il successo va "fissato" con dati di fatto, che sono i "numeri" della nostra capacità di essere dei veri campioni nella vita. Soprattutto nei momenti difficili. Ma tu sei una matematica è questo ti deve bastare. Flashmotus ha tirato in ballo la Sezione Aurea che è un numero irrazionale speciale. È l'unico che invertendolo non muta i decimali. In più si delinea l'alternanza 1 con 0. Questo per dire che la verità deve essere all'insegna di questo singolare numero. Che significa? Che l'uomo aurico può far sempre conto sui suoi "numeri decimali" anche quando si azzerano i suoi sostegni terreni. E i 13 commenti di Nereide1 Blog sono appunto i "decimali" "dopo lo zero".
    Un ciao a tutti, Gaetano.

    RispondiElimina
  14. Caro Gaetano, cosa dire? Sei di una finezza nel ragionamento e di una generosità uniche.
    Ti ringrazio per essermi amico:)

    RispondiElimina
  15. @annarita adesso dovrebbe andare un po' meglio... e sei anche tra i miei contatti gtalk :)

    RispondiElimina
  16. ciao, mi sembrava giusto commentare qui visto che elena è stata anche il nostro tramite.
    gli intrecci femminili sono sempre produttivi :)
    ti seguirò con molto piacere

    RispondiElimina
  17. @valentina: d'accordo per gli intrecci femminili....;)
    Ti seguirò con molto piacere anch'io:).

    A presto

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...